Data Protection GDPR

Il nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati

In questo periodo molte imprese italiane si stanno muovendo per avviare o gestire un progetto di adeguamento al nuovo Regolamento europeo sulla Privacy (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati – RGPD). Ma quante lo stanno facendo nel modo corretto? Quante stanno pianificando o hanno avviato un progetto strutturato che gli consentirà, entro il 25 maggio 2018, di avere la certezza che nulla sia stato omesso o tralasciato?

NUOVE FIGURE NUOVE RESPONSABILITA’

Rispetto all’attuale Codice della Privacy del 2003 dlg 196, che viene quasi totalmente sostituito, introduce nuove figure come il DPO (Data Protection Officer o Responsabile della Sicurezza) e modifica ruoli e responsabilità degli attuali Titolari e Responsabili del Trattamento.

DENUNCIARE LA PERDITA DI DATI

Viene inoltre introdotto l’obbligo di denunciare alle autorità competenti qualsiasi perdita o inaccessibilità anche parziale dei dati e di documentare tutte le misure adottate per rendersi adeguati al regolamento.

SANZIONI

Vengono inoltre inasprite le sanzioni sia amministrative che penali che potranno arrivare fino a 20Milioni di €uro o il 4% del fatturato.

COSA FARE PER ADEGUARSI AL GDPR?

  • ANALISI DEI RISCHI

  • NOMINARE I RESPONSABILI TRA CUI IL DPO

  • DOCUMENTARE LE MISURE ADOTTATE

  • ADEGUARE L’INFRASTRUTTURA

  • FORMARE IL PERSONALE

  • INFORMARE LE AUTORITA’ IN CASO DI VIOLAZIONI

VERSO IL REGOLAMENTO EUROPEO SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI
0
0
Weeks
0
0
0
Days
0
0
Hrs
0
0
Min
0
0
Sec

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA?

Modulo di contatto

Nome e Cognome:
Azienda:
Email:
Telefono:

In cosa posso esserti utile?

Consulenza GDPR AziendaleFormazione PrivacyAdeguamento Sito WebConsulenza Web Marketing

Messaggio: